Festa per l’Architettura

Con l’intento di aprire una nuova stagione critica, scuotere i confini disciplinari e indagare gli intrecci dell’architettura con le arti, il cinema, la letteratura, il web e la scienza Festa per l’Architettura offre la possibilità di incontrare e conoscere una pluralità di voci ed esperienze creative che si misurano sul tema del progetto offrendo nuove visioni e idee per le realtà mondiali in continuo cambiamento.

Lungo un programma mensile di incontri, mostre, proiezioni, visite guidate, dibattiti e infine, tra le numerose iniziative, il Forum Internazionale Utopia e tradimento, curato da Luca Molinari si mettono a confronto le grandi visioni urbane e i piccoli radicali segni del mutamento.

Tra i protagonisti della scena architettonica, critica e artistica internazionale intervenuti al Forum: Atelier Bow-Wow, Germano Celant, Marco de Michelis, Peripheriques, R&Sie Roche, Francesco Jodice, Lars Spuybroek/Nox, Italo Rota, Delaware, Ora Ito, eBoy, Luca Vitone, Fiona Raby & Anthony Dunne, Giuseppe O. Longo, Antonella Abruzzese/A12, Paolo Portoghesi, Massimo Cacciari, Lorenzo Romito/Stalker, Cloe Piccoli, Marco Brizzi, Vito Acconci, Andrea Branzi, Odile Decq, Armin Linke, Giuseppe Pascale, Grazia Toderi, Franco La Cecla, Wolfgang Tschapeller, Amy Franceschini/Future Farmers, Franco Careri/Stalker, Alberto Iacovoni/Ma0, Giovanni La Varra/Boeri Studio, Mirko Zardini, Paola Nicolin, Wolf Prix/Coop-Himmelblau, Peter Cook.